A Weekend Outside Our City

by Savoir Faire

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €3.99 EUR  or more

     

1.
2.
3.
4.
04:06

about

First Savoir Faire's EP! Groovy/funk pop with fusion environment. With the extraordinary participation of James Thompson, Zucchero's saxophonist.

©2013 Savoir Faire

credits

released April 5, 2013

Savoir Faire are:
Lorenzo "Lorenz" Valente - lead vocals
Antonio "Pastor The Doctor" Pastore - keyboards and backing vocals
Francesco "Vare" Varesano - electric bass
Marcello "Mars" Smania - electric guitar
Alessandro "Mele" Melegaro - drums
Alessandro "Menny" Menini - alto & soprano sax
Olga "Olly" Verlato - background/lead vocals
Damiano "Meme" Quanilli - background vocals and, on stage, actor

Track 1 features tenor sax played by James Thompson

Recorded on 1st and 2nd November by Eugenio Bonetti, Andrea Nanni, Hulus Thaci.
Mixed & mastered by Eugenio Bonetti.

tags

license

all rights reserved

about

Savoir Faire Verona, Italy

Born in 2010, they began with Antonio Pastore (keyboards), Francesco Varesano (bass), Alessandro Melegaro (drums), Mars Smania (guitars) & Lorenzo Valente (vocals). They recorded "Daydream On True"; in 2012 "A Weekend Outside Our City", out on 5th April (LISTEN: snd.sc/Z3qTDa) with Alessandro Menini (sax), Olga Verlato & Meme Quaniz (backing vox), w/ James Thompson, Zucchero's sax player ... more

contact / help

Contact Savoir Faire

Streaming and
Download help

Track Name: Sono Stufo (feat. James Thompson)
Nella notte tu mi tradisci,
Nella notte tu non ci riesci,
Ti devo dire tante cose, son cose belle,
Lo sento io lo senti tu nella mia pelle:
Sono stufo!

Senti il mio fiuto,
Sono stufo, sono stufo di te
È la vita che noi volevamo per me,
È la vita che noi volevamo per te.

Nella notte tu hai paura
Nella notte tu hai paura di me.
che c’ho lo spirito divino e la mia anima ribelle,
Lo sento io lo senti tu nella mia pelle:
Sono stufo!

Senti il mio fiuto,
Sono stufo, senti il mio fiuto!
È la vita che noi volevamo per me,
È la vita che noi volevamo per te. 

E vado via dai miei pensieri,
ma sono loro che tornano da me.
E con fatica e senza aiuto,
Sono stufo!
Sono stufo!
Sono stufo!
Track Name: Banda Tramezzino
Prendi il boccale e butta giù la birra,
Stai bene attento a ciò che fai e a ciò che dici.
Dunque perdi due minuti prima di parlare,
Il barista versa il drink senza fiatare,
Si spalanca il portone e la gente non fa più casino:
Siamo la Banda Tramezzino!

Dalle nostre parti noi siam bene accetti,
Dalla polizia locale siam benedetti.
Le nostre impronte non lasciam per terra,
Lo sai che Mettersi contro di noi è guerra,
E neanche Dio ha il coraggio di imporsi sul nostro cammino:
Siamo la Banda Tramezzino!

Il caso vuole che chi ci incrocia per la strada
Si fermi due minuti e si ponga una domanda:
«Ma è il caso che io scappi anche se ci si stanca:
Li vedo da lontano sta arrivando la Banda!»
E neanche Dio ha il coraggio di imporsi sul nostro cammino!
Track Name: Sentimento Violento
Sentimento violento è quello che provo dentro,
la sensazione che la gente prova quando esce di senno.
Ma la normalità è figlia della realtà:
non garantisce e non è garante della libertà.

Sai, c’è una nuova bestia qua giù in città,
nel buio scomparirà, o nella notte: sai che non so.
Però lei mi aiuterà a vivere la realtà.

Il sentimento violento è schiavo della follia,
ma io son folle e non mi adeguo mai e tu stai dalla parte mia.
Io son fatto cosi e non mi fermo mai,
legato ad una cultura borghese palese e con delle pretese.

Sai, c’è una nuova bestia qua giù in città,
nel buio scomparirà, o nella notte: sai che non so.
Però lei mi aiuterà a vivere la realtà.

Sai, c’è una nuova bestia qua giù in città,
nel buio scomparirà, o nella notte: sai che non so.
Però lei mi aiuterà a vivere la realtà.
Track Name: Non Ho Alibi
E sai qual è la cosa che c’ho e il dolore che sento?
E provo a lasciarti andare e ci provo da dentro.
Il problema è che tu non mi capisci, non ci riesci
a stare via da me, e tu lo sai perché.

Non ti interessa cosa penso, non ti interessa cosa voglio,
cercavi di andare via da me come se fossi un sogno.
Tu non mi hai capito e non mi capirai mai,
io per te – e tu lo sai – portavo solo guai.

Ho fatto un patto col demonio per non stare qui da solo,
ma ora sono qui e non ho alibi.
Ho parlato con Dio per non piangere da solo,
ma ora sono qui e non ho alibi.

Io lo so che tu sei qui, e sei venuta qui per me.
Il problema è che lì io non c’ero, e tu lo sai perché.
Il problema è che tu non mi capisci, non ci riesci
a lasciarmi andare, a lasciarmi stare.

Ho fatto un patto col demonio per non stare qui da solo,
ma ora sono qui e non ho alibi.
Ho parlato con Dio per non piangere da solo,
ma ora sono qui e non ho alibi.

Ho fatto un patto col demonio per non stare qui da solo,
ma ora sono qui e non ho alibi.
Ho parlato con Dio per non piangere da solo,
ma ora sono qui e non ho alibi.